Un po di foto sulla manutenzione dei freni posteriori.

La sicurezza prima di tutto, se avete dubbi sulle vostre capacità fatelo fare ad un meccanico, con i freni non si scherza!
Per effettuare il lavoro bisogna sollevare le ruote posteriori, il freno a mano va lasciato sganciato ed avendo almeno una ruota sollevata la macchina è libera di muoversi, va quindi messo un cuneo sulle ruote anteriori o va fermata in qualche modo per poter lavorare in sicurezza.

Detto questo si può iniziare, si solleva la macchina e si toglie il primo cerchio.

Il tamburo non è fissato, rimane schiacciato tra cerchio e semiasse, quindi in teoria si dovrebbe sfilare al volo, in realtà solitamente rimane incastrato. Le cause sono due, ossido ruggine oppure un eccessiva usura che crea uno scalino dove si incastrano le ganasce.
Nella parte posteriore c'è una fessura orizzontale chiusa da un tappo in gomma, da li con un cacciavite si possono allentare le ganasce, per farlo bisogna ruotare verso il basso la ghiera.
Per facilitare l'uscita del tamburo diamo una spazzolata nel punto di contatto col semiasse e lubrifichiamo con uno sbloccante (svitol, wd40 ecc..)

Per facilitare lo smontaggio sul tamburo sono presenti due fori filettati in cui inserire due comuni bulloni M8 a mo di estrattore.

Arrivati a questo punto è tutto molto semplice, io solitamente rimuovo prima i fermi delle ganasce,  poi le allargo, prima sopra e poi sotto per farle uscire dalle sedi, sgancio il cavo del freno a mano e una volta tolte dal piatto rimuovo le molle (che a questo punto sono molto meno tese). Nel rimontaggio do sempre un po di grasso al rame su tutti i punti di contatto e sul registro. 

Nel mio caso le ganasce erano ancora praticamente nuove, solo un po lucide e con mia sorpresa originali toyota. Prima di sostituirle ho voluto fare un esperimento, creare dei solchi per facilitare lo scarico delle impurità e dargli una "ravvivata".

Ho tracciato la posizione del primo taglio con del nastro di carta, la scanalatura deve segnare solo metà del materiale frenante, altrimenti potrebbe staccarsi dal supporto. Per effettuare il taglio ho usato la smerigliatrice angolare (flessibile o frullino a seconda della regione..) con un disco da taglio da 1mm.

Anche l'occhio vuole la sua parte, una bella spazzolata ai tamburi ed un paio di mani di nero fanno la differenza.

Prima di rimontare va messo il registro al minimo (la ghiera), va anche controllato il cavo del freno a mano che non sia troppo tirato ma soprattutto che passi sotto al suo gancio di fermo, altrimenti non funzionerà! Dopo aver rimesso il tamburo bisogna regolare la ghiera, questa volta va girata ruotandola verso l'alto, per avvicinare le ganasce al tamburo il più possibile. Ruotandola ad un certo punto diventerà dura, significa che le ganasce sono a contatto, basta tornare indietro di un paio di scatti e il gioco è fatto.