Venerdì mattina, al ritorno da una commissione giro la chiave per accendere il runner ma non da segni di vita, penso subito alla batteria, è già un po di tempo che in fase di avviamento lo sentivo "stanco", la batteria è nuova, ma un po piccola (62A). A pochi passi dal posteggio c'è un autoricambi, entro per chiedere un avviatore in prestito, poi visto che il prezzo di una batteria nuova da 70A era buono la compro direttamente, la moto al volo ma la situazione non cambia. Già in ritardo rimando la diagnosi alla sera. Le cause che mi vengono in mente sono poche, un fusibile, il relè d'avviamento, il solenoide o le spazzole del motorino.

All'uscita dal lavoro per prima cosa controllo i fusibili, tutto ok, passo al relè, lo apro e lo aziono a mano, nessun miglioramento. Prendo un paio di pinze (l'attrezzo più pesante a disposizione) e do un colpetto sul motorino, senza la minima speranza provo a girare la chiave e si avvia!!! A questo punto la diagnosi è chiara, il problema è nelle spazzole. Porto la macchina a casa e mi preparo ad un weekend intenso.

 

Sabato mattina, ovviamente piove (ed ha tratti ha pure grandinato), ma non ho scelta, devo smontare il motorino d'avviamento. L'accesso al non è facile. Il bullone inferiore si raggiunge bene da dietro la ruota anteriore sx (forse anche grazie al bodylift). Il bullone superiore rimane nella parte alta della campana del cambio, c'è abbastanza spazio ma per arrivarci bene è comodo togliere la farfalla di spegnimento ed un po di tubetti e valvoline li in zona. Per lo smontaggio basta una chiave da 17mm possibilmente a cricchetto perché lo spazio di manovra è minimo (non l'avevo, l'ho comprata per rimontarlo ed ho fatto molto molto prima!). Il motorino ha un fissaggio anche dal lato opposto, nella parte inferiore (ha un perno da 8mm che si infila in una staffa, quindi serve anche una chiave da 12 o 13 se il dado non è originale).

Inizia la revisione vera e propria, come su tutte le auto il motorino è dotato di un solenoide che ingrana il pignone sul volano, sempre il solenoide si occupa anche di chiudere il contatto di potenza per far girare il motore vero e proprio. Il motore in questo caso credo sia il modello da 2,5Kw. Secondo il manuale d'officina per le motorizzazioni diesel ne esistono di due tipi, da 2kw o da 2,5kw, il modello più potente era usato sui modelli con due batterie venduti nel nord europa, purtroppo l'etichetta non è più leggibile, quindi non posso esserne certo.

Per prima cosa con una chiave da 10mm rimuovo i bulloni che fissano il motore alla carcassa, tolgo anche le due viti a stella presenti sempre sul fondo del motore, sono quelle che fissano il piatto puntine. Ora con delicatezza si può sfilare il motore e scomporlo.

Un rapido controllo al rotore, i cuscinetti sono buoni ed il collettore (dove lavorano le spazzole) non presenta solchi od usura eccessiva. con un piccolo cacciavite rimuovo lo sporco tra i contatti del collettore. I cuscinetti sono un 6200 (10x30x9) ed un 6003 (17x35x10).

Il piatto portaspazzole non è altrettanto sano, noto subito che due spazzole sono bloccate e quasi non si muovono!! in compenso sembrano in buone condizioni, probabilmente son già state sostituite. Il problema è causato da un po di ruggine, pulisco bene tutto, ingrasso le superfici di scorrimento ed è pronto per essere rimontato. Le spazzole misurano 8x25 e nel mio caso sono lunghe circa 20mm, probabilmente da nuove saranno qualcosa in più, ma non di molto.

Già che ho il motore in mano do una controllata anche al solenoide e hai contatti di potenza. Per smontarlo basta una chiave da 8mm per rimuovere i tre bulloni che fissano il coperchio. Anche qui tutto nella norma, nessuna usura anomala, una pulita, un'ingrassata ed il lavoro è finito.