La sospensione posteriore è composta da un forcellone in alluminio di ottima fattura, leveraggi progressivi "Soft Dump" su gabbie a rulli e monoammortizzatore Ohlins con freno in estensione regolabile e precarico molla idraulico. Materiale di tutto rispetto per una moto di serie del 1987 !!!

L'anodizzazione nera del forcellone era molto sbiadita, purtroppo alcune boccole metalliche a pressione mi hanno impedito di effettuare una nuova anodizzazione (quando viene effettuato il bagno galvanico non devono essere presenti parti ferrose), ho quindi optato per una verniciatura identica al telaio. I leveraggi li ho smontati, puliti ed ingrassati.

 

L'ammortizzatore ha richiesto qualche cura in più, fortunatamente ho scoperto di averne un altro identico (comprato 6 anni prima ad un mercatino per adattarlo sul mio ex Ducati SS750, lavoro mai effettuato). Prima di tutto ho rimosso le molle da entrambi gli ammortizzatori ed ho subito notato notevoli differenze tra le due. L'ammortizzatore montato sulla moto ha una molla molto grossa, l'altro in mio possesso ha una molla più piccola e con le spire a passo variabile, quindi progressiva. Questa seconda molla è evidentemente non adatta, perché la progressione è gestita dai leveraggi. Peccato perché era in condizioni estetiche migliori.

Entrambi gli ammortizzatori sono dotati di regolazione idraulica del precarico molla, ovviamente entrambi non funzionanti, senza olio e bloccati da ossido e sporcizia. Ho avuto un po di difficoltà a comprenderne il funzionamento di questo componente proprio a causa delle condizioni in cui versava, due parti erano talmente bloccate che ero convinto fossero un pezzo unico, fortunatamente ho trovato un valido supporto nella mailinglist Elefanti Italiani (che ringrazio) dove mi hanno spiegato minuziosamente tutto ciò che mi serviva.

Per sbloccare le parti ho dovuto utilizzare una pressa, quindi ho pulito accuratamente ogni pezzo, ingrassato gli anelli di tenuta con grasso specifico per guarnizioni idrauliche e riassemblato. Per ottenere un funzionamento ottimale bisogna prestare particolare cura allo spurgo, eventuali bolle d'aria limiterebbero il range di regolazione.

La molla era molto rovinata, ho rimosso tutta la vernice originale e l'ho riverniciata, per il colore ho usato un Giallo RAL 1003, non è identico all'originale, sembra più un giallo showa che un giallo ohlins, ma il risultato è più che accettabile.

Per riassemblare tutto ho scelto il mono in condizioni migliori, quello già in mio possesso, proveniente da un Elefant 650, l'altro in futuro verrà aperto e revisionato.

Dimensioni molla

Lunghezza: 185 mm
Diametro filo: 13 mm
Diametro interno: 58 mm
Diametro esterno: 85 mm
Spire totali: 7 (da punta a punta, quindi non effettive)

Parapolvere
Leveraggi 20x26x4 - (quantità 4)
Forcellone e leveraggio basso lato telaio 18x24 - ET1824 (quantità 6)

Gabbie a rulli 
Forcellone 18x24 (quantità 2)
Leveraggio perno inferiore mono 20x26x16 (quantità 2)