L'incontro con questa moto è dovuto ad un susseguirsi di coincidenze, mi è stata proposta nel maggio del 2012, era in condizioni disperate dopo anni di maltrattamenti e come se non bastasse pure vittima dell'alluvione che ha colpito Genova il 4 novembre del 2011. Come sempre ho iniziato a cercare un po di informazioni per scoprire la storia e le peculiarità di questo modello. Basta dare uno sguardo alle foto della Parigi-Dakar del 1987 per far venir voglia di mettersi immediatamente al lavoro! Non ho potuto resistere ed ho deciso di accettare la sfida di riportarla all'antico splendore.

 

L' Elefant 750 "faro quadrato" viene presentato nel 1987 sfruttando l'immagine della moto che fece clamore alla Parigi-Dakar di quell'anno, non vinse, ma ci andò molto vicino con il pilota Hubert Auriol, costretto a ritirarsi alla fine dell'ultima tappa dopo aver guidato 20 km con entrambe le caviglie fratturate. Le immagini di Auriol piangente dal dolore fanno il giro del mondo e passano alla storia.

L'idea iniziale di questo restauro è creare una "Auriol Replica", anche se sarà molto difficile, la moto che corse la dakar era un prototipo derivato dal 650 dell'anno precedente su cui Azzalin effettuo numerose modifiche.