Uno dei primi problemi riscontrati sulla moto era un eccessivo rumore della pompa benzina. Con una breve ricerca sul web ho scoperto essere un tallone d'Achille di tutti gli SS a carburatori, inizialmente arriva il rumore, poi la pompa cede e ti lascia a piedi.

La pompa è un unità a bassa pressione che lavora ad immersione, serve solo per riempire le vaschette dei carburatori visto che il serbatoio arriva più in basso e non è possibile sfruttare la forza di gravità.

Tolto il tappo è possibile sfilarla facilmente, con mia sorpresa noto i fili di alimentazione e relativo connettore a bagno nella benzina. Questo mi lascia un po perplesso ma scopro essere la normalità. A mio avviso è un po pericoloso lasciare dei contatti elettrici in un ambiente saturo di vapori esplosivi, condizione che accade ogni volta che il livello della benzina scende sotto al quarto di serbatoio. (finché il livello è più alto la pompa è sommersa, quindi priva di ossigeno indispensabile per la combustione/deflagrazione).

Il costo della pompa Ducati (codice 43040021A) è a mio avviso proibitivo, oltre 100 euro, quindi mi procuro un catalogo di pompe benzina da auto e comincio a cercare un modello dimensionalmente compatibile. Dopo un oretta trovo la soluzione, pompa benzina Golf II acquistabile da qualsiasi autoricambi a circa 30 euro (Codici: Bosch 0 580 453 012 - VDO  E22041065 - VW 357 906 092C - Pierburg 7.21088.62.0).

L'unica differenza significativa è il connettore per l'alimentazione. Su quella ducati i fili sono collegati mediante due occhielli stretti da due piccoli dadi, su questa è invece presente un connettore con due faston.

Lavorando sul serbatoio mi sono accorto che il rubinetto benzina perdeva, la parte dove si attacca il tubetto si è divisa dal corpo del rubinetto, anche in questo caso invece del ricambio Ducati da 30 euro ho comprato il rubinetto di un Ape a poco meno di 5 euro, è solo leggermente più alto e dotato di filtro facilmente svitabile.