Qualche mese fa ho comprato "mezza" Kawasaki KH 400 (discendente diretta delle mitiche Mach III 500 e Mach IV 750)

L'ho comprata perché mi interessavano alcuni pezzi per due progetti che sto portando avanti, mi hanno dato più o meno tutta la moto tranne motore, aspirazione e scarico.
Quando ho caricato il telaio in macchina mi sono accorto subito di un peso veramente "smodato"

Oggi stavo facendo pulizia ed ho deciso di "affettare" il telaio (i telai radiati che non uso li taglio e tengo parte dei tubi e degli attacchi per usi futuri, perché solitamente son fatti di buon acciaio).

Al primo taglio la sorpresa, il tubo è pieno!!! guardando meglio noto che la parte interna è separata dal tubo e se il pezzo di tubo è dritto si riesce a sfilare. L'interno è molto pesante e molto morbido.. PIOMBO !!!

So che queste moto all'epoca erano molto "inclini all'impennata", al punto da renderle spesso instabili e pericolose. Avevo anche letto che furono progettate volutamente così per il mercato americano, in modo che dessero l'idea della potenza indomabile, il motore era volutamente troppo arretrato per tenere leggero l'anteriore (fonte wikipedia).

Quindi capisco che riempire il telaio di piombo possa essere una soluzione "comoda" per migliorare la distribuzione dei pesi e magari anche la rigidità del telaio.
Una soluzione simile fu adottata anche sulle prime porsche 911 per renderle più stabili alle alte velocità, riempirono i rostri del paraurti anteriore di piombo!

Quello che non capisco è se la moto usciva di serie così o se è stata una modifica fatta in un secondo tempo (un po complesso ma in teoria fattibile).
Solo i tubi principali, superiori ed inferiori, avevano la sorpresa, un morbido ripieno di piombo.